Barrato d'Italia

Il Barrato d’Italia o l’Italiana Barrata o il Pollo della Lessinia o un’altra denominazione sono tutte indicazioni locali della Plymouth Rock barrata che da oltre un secolo è allevata nel nostro paese. Di origine Americana è stata introdotta in Italia, a scopo e per attività di allevamento agricolo, dalla Règia Stazione Sperimentale di Pollicoltura agli inizi del secolo scorso.

Oggi questa razza è diffusa su tutto il territorio nazionale dalla Mignini – Petrini, attraverso il progetto Allevare Come una Volta. Gli obiettivi di questo progetto sono:
- riportare i polli a lento accrescimento nelle campagne;
- diffondere tra gli allevamenti familiari un Metodo di allevamento che ha come 1° obiettivo il “benessere animale;
- riportare le chiocce nelle campagne;
- far ritrovare agli allevamenti familiari il piacere di gustare la pregiata carne e le uova dei polli di una volta;
- qualificare le produzioni degli Agriturismi o di chi produce e vende prodotti a km zero;
- ecc.

Ma la cosiddetta Italiana Barrata, che altro non è che la Plymouth Rock barrata, può essere considerata una razza autoctona?

Per dare una risposta a questa domanda facciamo riferimento al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali che il primo ottobre dello scorso anno (2014) ha decretato l’Istituzione del Registro anagrafico delle razze avicole autoctone. Il Disciplinare delle razze avicole autoctone cita, all’Art. 3, comma 1, la seguente frase:

Viene considerata razza autoctona una razza originaria o introdotta in Italia da almeno 50 anni e integrata nella agricoltura e allevamento tradizionale italiano.

Il Barrato d’Italia o l’Italiana Barrata o il Pollo della Lessinia sono indicazioni locali della Plymouth Rock barrata che da un secolo ormai è allevata, a scopo agricolo, nel nostro paese.

 

 

 

ingrandisci l'immagine


   Scarica la scheda ...>> 

 

 

 
  Scarica il Decreto Ministeriale ...>>