Biodiversità

Mucca Pisana

È una razza originaria della bassa Valle del Serchio in provincia di Pisa. Deriva da incroci massali ottenuti da allevatori locali tra bovini di razza Bruna Alpina, importata nelle provincie di Pisa verso la metà del 1700 ad opera dei Lorena, e razze podoliche locali.
Le prime testimonianze risalgono agli inizi del 1800 e l’ipotesi più probabile è che derivi dagli incroci tra Bruna Alpina svizzera (Svitto, Schwyz) e popolazioni locali di Chianina di pianura (animali dalla grande mole adatti al lavoro ed alla produzione di carne), anche se altre correnti di pensiero la associano all’introduzione della razza Luganese a mantello nero. Negli anni si sono susseguiti incroci con altre razze, come ad esempio con la Frisona Olandese allo scopo di migliorare l’attitudine lattiera.
La Pisana o “Mucco Pisano” presenta mantello di colore dal bruno al nero, mucose nere e musello nero con alone bianco. Sono animali armonici di statura medio-alta e taglia media. Tradizionalmente a triplice attitudine, la Mucca Pisana è particolarmente mansueta e con una spiccata attitudine di nutrice, alleva vitelli con buone masse muscolari per la produzione di carne pregiata.
Il pregio maggiore della razza è rappresentato appunto dallo spiccato istinto materno tanto da meritare l'appellativo di "balia per eccellenza", oltre al suo riesce ad allattare altri due vitelli senza problemi.

Caratteristiche morfologiche di razza

TAGLIA: grande

MANTELLO: nelle femmine castano uniforme che varia da soggetto a soggetto, dal castano chiaro al castano scuro. Riga dorsale rossiccia (spigatura): caratteristica essenziale di razza. Regione mammaria, perianale e perivulvare color fulvo chiaro. Interno del padiglione auricolare, provvisto di folto ciuffo, di color fulvo chiaro. Fiocco della coda castano scuro.
Nei maschi colorazione più scura definibile come marrone focato.

CUTE: femmine: robusta ma non grossolana; colore grigio, ben mobile, apprezzabile alla spalla, alla grassella e alla natica. Sottile e gentile (specie nella linea latte) nella regione dell'attacco posteriore della mammella. Nei maschi pelle più spessa con pelame ondulato.

TESTA: femmine: profilo diritto o leggermente convesso, sincipe non molto convesso; occhi grandi con arcate orbitali che appaiono sporgenti per depressione caratteristica della fronte ampia. Ciglia molto lunghe; orecchie grandi, molto mobili con ciuffo fulvo e padiglione interno giallastro (caratteristiche di razza); narici ampie e color ardesia; musello largo, di color ardesia e ampiamente bordato di bianco anche sul labbro inferiore; mascelle potenti e corte (tuttal la regone facciale è corta e robusta); corna non molto gradi a sezione ellittica (schiacciate) dirette in fuori, in avanti e leggermente in basso di colore giallastre alla base, nere verso la punta. Maschi: corta e più pesante rispetto alle femmine e con fronte ampia e riccioluta. Arcate orbitali ancora più evidenti rispetto alle femmine; corna più corte e più tozze di colore tipico.

COLLO: nelle femmine: lungo, robusto e con pelle sottile e abbondante, ben raccordato alle spalle. Presenza di giogaia. Nei maschi: più corto, più massiccio e muscoloso, ricco di pelle con molte pliche e abbondante giogaia, si presenta con caratteristica gibbosità nei soggetti adulti.

SPALLE: nelle femmine: lunghe e muscolose, giustamente inclinate e ben aderenti al tronco; nei maschi: molto potenti.

GARRESE: nelle femmine: muscoloso e pieno, ben raccordato con le spalle e con il tronco, in piano con la linea dorso-lombare. Nei maschi: rotondo e pieno

DORSO: femmine: linea dorsale orizzontale, regolare, piena e muscolosa ben raccordata al costato, (ben disceso) e al ventre (capace). Maschi: caratteristiche simili a quelle della femmina con accentuazione della robustezza e della muscolosità.

LOMBI: lunghi e larghi ,non depressi, pieni e potenti, in armonia con la groppa

PETTO: femmine: profondo e largo, armonicamente legato agli arti ed al costato; maschi: molto potente.

GROPPA: larga a profilo apparentemente inclinato, di forma rettangolare con prevalenza del diametro antero-posteriore, piana.

COSCIA: lunga, ben distesa, carnosa e tondeggiante.

NATICA: molto discesa fino al garretto, a profilo convesso, molto carnosa

MAMMELLA: voluminosa ma non debordante lateralmente e posteriormente; spugnosa con cute di medio spessore, morbida ed elastica ben palpabile; base orizzontale; quarti con legamento centrale forte e sostenuto. I posteriori hanno attacchi alti; lateralmente è apprezzabile la divisione tra quarti anteriori e posteriori; capezzoli ben sviluppati, verticali e giustamente distanziati; vene: vascolarizzazione evidente, abbondante, molto estesa e ramificata.

TESTICOLI: volume normale, ben scesi.

PIEDI: molto robusti con unghielli di colore nero, serrati e larghi, di tessuto corneo resistente e compatto.

MORFOLOGIA ARTI: arti anteriori: braccio corto, avambraccio piuttosto lungo, entrambi muscolosi e potenti. Tendini evidenti nell'avambraccio. Ginocchi grossi e spessi ma in linea, con appiombi regolari. Stinchi mediamente lunghi robusti con tendini evidenti: Arti posteriori: in armonia con la struttura corporea; appiombi regolari. Struttura robusta con giunture potenti; garretti forti e asciutti, diritti e di giusta direzione, ben distanziati; pastoie diritte e robuste tipiche di un arto molto forte.

PESO: M1050-1150 Kg F 700-800 Kg.

ALTEZZA AL GARRESE: M 140 - 155 F 135-150.



Pubblicazioni inviate gratuitamente ...>>
   
Pubblicazioni realizzate per gli iscritti al Bollettino di BassaCorte ...>>
   
Pubblicazioni realizzate con i Progetti Speciali ...>>
   
Scopri i vantaggi per gli iscriviti al Bollettino di BassaCorte ...>>