Specialità tradizionale garantita

  

Specialità Tradizionale Garantita (STG)

 

Una ?Specialità Tradizionale Garantita? è un marchio di qualità dell'Unione Europea che non fa riferimento ad un'origine ma ha per oggetto quello di valorizzare una composizione tradizionale del prodotto o un metodo di produzione tradizionale. Le principali ragioni che hanno spinto L'Unione Europea ad istituire questi tipo di garanzia sono:
? incoraggiare le diverse produzioni agricole.
? proteggere i nomi dei prodotti contro gli abusi e le imitazioni.
? aiutare i consumatori fornendo loro delle informazioni sul carattere specifico dei prodotti.
Questa certificazione nasce con l'obiettivo di tutelare e definire alcune produzioni non legate al territorio, introducendo così il concetto di "specificità" di un prodotto alimentare, ovvero "l'elemento o l'insieme di elementi (tra cui la razza alla quale appartengono gli animali) che distinguono nettamente un prodotto agricolo o alimentare da altri prodotti o alimenti analoghi appartenenti alla stessa categoria".

La specificità delle produzioni viene conseguentemente ad essere legata alla ricetta o a particolari metodiche di produzione (o di allevamento), e non alla zona di origine anche se viene sempre richiesto un requisito di tradizionalità. Questo requisito di tradizionalità è l'unico elemento distintivo sostanziale rispetto alla certificazione di prodotto discendente da norme di unificazione volontarie. Una volta approvato il disciplinare di produzione chiunque, indipendentemente dalla propria localizzazione nella Unione Europea, aderisca a questo può fregiarsi dell'attestazione di specificità. In pratica, se esistesse la certificazione STG della gallina Padovana, un tedesco potrebbe produrla attenendosi al disciplinare d'allevamento: animali di razza Padovana, alimentazione, concentrazione nei ricoveri e nei pascoli, ecc. Questo è il motivo per cui detta forma di tutela non ha riscontrato il successo delle DOP e IGP: un suo eventuale ipotetico inserimento come STG potrebbe però essere utile per la diffusione della razza.
Attualmente il formaggio a pasta filata Mozzarella è stato registrato come STG. Il consumatore deve quindi destreggiarsi nel distinguere tra il prodotto DOP "Mozzarella di Bufala Campana" e il prodotto "mozzarella STG" che potrà essere ottenuto in Francia, in Germania ed in qualunque paese UE. La conseguenza di ciò è che altri produttori europei sono legittimati ad appropriarsi di denominazioni tipiche italiane, facendo concorrenza agli stessi produttori italiani e provocando l'affievolirsi degli stretti legami che da sempre uniscono le denominazioni ai nostri prodotti tradizionali.
Il regolamento di riferimento è il "Reg. 92/2082/CE relativo alle attestazioni di specificità dei prodotti agricoli ed alimentari", che ha introdotto il concetto di "specificità" inteso come "l'elemento o l'insieme d'elementi che, per le loro caratteristiche qualitative e di tradizionalità, distinguono nettamente un prodotto agricolo o alimentare da altri prodotti o alimenti analoghi appartenenti alla stessa categoria".
Sono esclusi da questa disciplina i prodotti il cui carattere peculiare è legato alla provenienza od origine geografica; quest'aspetto distingue le STG dalle DOP e dalle IGP.
In base agli allegato I del Trattato CE e all'allegato I del Reg. 2082/92, possono ottenere l'attestazione di Specialità Tradizionale Garantita (STG), i seguenti prodotti di interesse zootecnico:
? Formaggi, Prodotti a base di carne, carne fresca e frattaglie,
? Altri prodotti d'origine animale (uova, miele, lattiero-caseari di vario tipo, escluso il burro ecc.)

Il regolamento ha istituito un albo delle attestazioni di specificità nel quale sono iscritti i nomi dei prodotti agricoli e alimentari la cui specificità è stata riconosciuta a livello comunitario ai sensi del regolamento stesso.
Per poter essere iscritto nell'albo delle attestazioni di specificità ed ottenere quindi la STG, il prodotto agricolo o alimentare, come nel caso della DOP e IGP, deve rispettare specifiche condizioni fissate da un disciplinare di produzione, ovvero un insieme d'indicazioni e prassi operative che il produttore deve rispettare in merito a:
? il nome, che deve essere di per sé specifico o esprimere la specificità del prodotto
? la descrizione del metodo di produzione (che deve essere di tipo tradizionale), compresa quella della natura e delle caratteristiche della materia prima, degli ingredienti utilizzati e del metodo d'elaborazione del prodotto agricolo o alimentare che si riferisce alla sua specificità
? gli elementi che permettono di valutare il carattere tradizionale, ai sensi dell'art. 4 del regolamento 92/2082/CE
? la descrizione delle caratteristiche del prodotto agricolo o alimentare con l'indicazione delle sue principali caratteristiche fisiche, chimiche, microbiologiche e/od organolettiche relative alla sua specificità
? i requisiti minimi e le procedure di controllo della specificità

Sono autorizzate ad inoltrare domanda per far registrare la specificità di un prodotto agricolo o alimentare solo le organizzazioni di produttori e/o di trasformatori. La domanda è inoltrata all'autorità competente dello Stato membro in cui ha sede l'organizzazione e la procedura prevista è descritta qui di seguito.
Qualora l'autorità competente giudichi la domanda conforme ai requisiti posti dal regolamento comunitario e dal disciplinare, la trasmette alla Commissione Europea.
Entro 6 mesi a decorrere dalla data di ricevimento, la Commissione esamina la domanda e la trasmette, tradotta, agli altri Stati membri procedendo, immediatamente dopo, alla pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea (GUUE) degli estremi della domanda, in particolare del nome del prodotto e dei dati riguardanti l'organizzazione richiedente.
Se entro 6 mesi la Commissione non riceve alcuna opposizione, iscrive il prodotto nell'Albo delle Attestazioni di Specificità e alla relativa pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale delle Comunità Europee.

Le ?Specialità tradizionali garantite? (STG) sono un'opportunità per la valorizzazione dei prodotti zootecnici in grado di garantire anche una buona integrazione del reddito aziendale. In quest'ottica la biodiversità zootecnica, con le molteplici razze di cui è ricca la nostra regione, è sicuramente in grado di contribuire allo sviluppo delle ?Specialità tradizionali garantite?. Anche se nel nostro paese non esistono esempi concreti, di STG di interesse zootecnico, è sufficiente ricordare  il prosciutto ?Jamón Serrano? (STG ottenuto dalla Spagola) salato ed essiccato per un periodo di 210 giorni e ottenuto utilizzando il ?cerdo Iberico? razza suina tipica della zona Sud-ovest della penisola Iberica.